Puglia quante storie 2

28 Feb

2019

Puglia quante storie,
un concorso letterario per una delle regioni più belle d’Italia.

  • Giovanna Ciracì

Chi conosce bene la Puglia conosce qualcosa di molto prezioso. È di certo una delle regioni più belle d’Italia, ricca di tradizioni e di paesaggi che si incontrano solo qui, tra i muretti a secco e il mare cristallino, tra le masserie tipiche e gli ulivi secolari. La sua storia è molto antica ed è stata segnata dal passaggio delle varie civiltà che, dominandola, hanno influenzato la sua cultura. Un luogo così particolare, amato non solo da chi ci vive, ma anche da chi ha l’occasione di soggiornarvi occasionalmente, si presta perfettamente come teatro di storie affascinanti.
La casa editrice I Libri di Icaro ha pensato bene di dare voce a queste storie, chiedendo a chi conosce la Puglia e si diletta nell’arte della scrittura, di metterle nero su bianco. Nasce così il concorso letterario “Puglia quante storie”, aperto ai tanti talenti letterari, scrittori affermati e non, capaci di narrare vicende che si sviluppano nel territorio pugliese, mettendo in risalto le sue peculiarità. In realtà la competizione nasce dall’evoluzione di “Salento quante storie”, pensato con lo stesso scopo, ma limitato a quelle terre comprese tra le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Il notevole riscontro ottenuto in sole quattro edizioni ha convinto gli organizzatori ad allargare il territorio interessato da quello salentino a quello pugliese.


Paesaggi, profumi e sapori pugliesi, veri protagonisti di coinvolgenti racconti inediti


Dall’iniziativa vengono fuori tanti racconti inediti, tra i quali una giuria tecnica composta da esperti del settore letterario, individua i dieci migliori pubblicati successivamente in un unico volume che porta lo stesso titolo del concorso. Spetta poi ai lettori designare il vincitore assoluto insieme al secondo e al terzo classificato. La prima edizione viene vinta da Maria Pia Romano, con “Il paese che si era inventato il mare”, ambientato in una Ruvo di Puglia alle prese con una nave luminosa che prende il posto del solito albero di Natale nella piazza del paese, destando reazioni diverse negli abitanti. Alba Mazzarella, napoletana trapiantata a Manduria per amore, si aggiudica il secondo posto con “Come in africa”, la storia quasi commovente di Rashid, un giovanissimo africano che riesce a integrarsi in Italia, dove arriva per sfuggire alla povertà e alla guerra. Il terzo posto viene assegnato a Virginia Lacaita, autrice di “Scatti di memoria”, che porta il lettore alla scoperta di Taranto, città in cui vive la protagonista, una ragazza alle prese con un mistero da risolevere.
Anche nella seconda edizione c’è stata una grande partecipazione, e i dieci racconti più meritevoli sono stati già selezionati e raccolti nel volume che verrà pubblicato a marzo 2019. Chi sarà il vincitore assoluto questa volta? Bisognerà aspettare ancora qualche mese per saperlo. Intanto leggiamo le tante storie della Puglia, gustiamoci tutto il bello che essa può offrirci e, visto che ci siamo, votiamo il racconto che più ci fa vivere la magia di questa terra unica.

Infondere e raccontare le sensazioni della vita

“I libri di Icaro”

Città Futura srl - P.IVA 04391610757 - Copyrights © 2021 - Tutti i diritti sono riservati

Realizzazione: GRAPHOPRINT • Ultima modifica: 28 Febbraio, 2019